“Untitled, 2020. Tre sguardi sull’arte di oggi”

L’A.T.S. “Giudecca Attiva” vince il bando per
la cessione di arredi dalla mostra di Punta della Dogana
“Untitled, 2020. Tre sguardi sull’arte di oggi”
I sei pezzi di arredo disegnati dall’architetto Jeff Guga e parte dell’allestimento della sala “Lo studio” che rievocava l’atelier dell’artista Thomas Houseago, curatore della mostra insieme a Caroline Bourgeois e Muna El Fituri, sono stati assegnati. Gli oggetti verranno destinati all’utilizzo collettivo presso il Centro Civico della Giudecca.
 
Palazzo Grassi – Punta della Dogana ha assegnato martedì 15 dicembre 2020 i sei pezzi di arredo disegnati dall’architetto Jeff Guga per la mostra “Untitled, 2020. Tre sguardi sull’arte di oggi”, presentata a Punta della Dogana dall’11 luglio al 4 novembre, e oggetto di un bando dedicato alla loro cessione indetto dall’Istituzione con scadenza al 27 novembre 2020. Il progetto vincitore, risultato più in linea con i criteri di attribuzione, è stato presentato dall’A.T.S. “Giudecca Attiva” a cui sono stati ceduti gli arredi al prezzo simbolico di 1€.
 
Lo scorso novembre, in concomitanza con l’imminente chiusura della grande collettiva curata da Caroline Bourgeois, Muna El Fituri e Thomas Houseago, Palazzo Grassi – Punta della Dogana ha scelto di promuovere un bando che garantisse una nuova destinazione d’uso collettivo a una serie di oggetti parte dell’allestimento, data la loro imponenza e l’impossibilità di un concreto riutilizzo da parte dell’istituzione. Si tratta di due tavolini da caffè, una scrivania per computer, quattro librerie di diverse proporzioni e un tavolo progettati per l’installazione site specific della sala espositiva “Lo studio” che, collocata nel cuore del percorso espositivo, rievocava l’atelier dello scultore Thomas Houseago a Los Angeles, rappresentando il luogo della creazione per antonomasia.
 
Il bando si rivolgeva a qualunque soggetto pubblico o privato formalmente costituitosi e operante nel territorio del Comune di Venezia – Mestre. Hanno inviato la propria candidatura diciotto tra istituzioni, associazioni e soggetti privati attivi tra Venezia, le isole, Marghera e Mestre. L’Associazione Temporanea di Scopo titolata “Giudecca Attiva” è la vincitrice della selezione e si compone di otto associazioni e gruppi informali: Circolo Fotografico La Gondola, Associazione Baba Jaga, Associazione Musicale Lambarena, Associazione Aretusa, Circolo Arci Giovani Luigi Nono, Associazione Poveglia – Poveglia per tutti, Associazione Lisabilità, Associazione La Lanterna di Ohana. A questo gruppo si sono unite altre sette realtà in qualità di collaboratrici o partner.
 
“Giudecca Attiva” il 17 novembre 2020 è stata selezionata tramite bando indetto dal Comune di Venezia quale aggiudicataria per il couso del Centro Civico dell’Isola della Giudecca eha avviato in tal senso un programma di rigenerazione del Centro stesso e dell’area limitrofa. La comunità locale, confrontandosi con l’A.T.S., ha espresso il desiderio di poter trovare all’interno dell’edificio un luogo di aggregazione aperto alla cittadinanza che faciliti anche l’integrazione di soggetti più sensibili, come anziani, disabili, stranieri o ex-carcerati. Gli arredi progettati dallo studio di Jeff Guga andranno quindi a occupare questi spazi trovando effettivamente una nuova vita al servizio della collettività.

Comments

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.