Romano I. Domenico

ursulaOggetti misteriosi. Forme inusitate. Come in una discesa nel mondo onirico, l’artista lavora su volumi e forme che attraverso le sue pennellate si umanizzano, si piegano, si deformano, lanciandoci messaggi difficili da decrittare ma affascinanti. Il tutto in una visione nitida, di cromatismi perfetti, di chiaroscuri vividi e incisivi.

Articolo pubblicato su “Ok Arte” marzo-aprile 2010



Forme e volumi, definizione precisa delle immagini delineate da un contorno netto, compongono una visione nitida, incisiva, memorabile. Una visione sempre più lucida e astratta che lavora sulla decorazione e il gioco cromatico. Quelle del pittore Isidoro sono lettere da un tempo lontano.