Bellini http://www.okarte.it
Inaugurazione Nell’ambito della rassegna L’Ospite illustre, grazie al prestito eccezionale concesso dal Museo di Capodimonte, dopo quasi cinque secoli di assenza ritorna a Vicenza un capolavoro assoluto di Giovanni Bellini.  - Chiusura 11/12/2016
Contra’ Santa Corona, 25 Vicenza mappa
07/10/2016
mappa Nell’ambito della rassegna L’Ospite illustre, grazie al prestito eccezionale concesso dal Museo di Capodimonte, dopo quasi cinque secoli di assenza ritorna a Vicenza un capolavoro assoluto di Giovanni Bellini. 11/12/2016 Contra’ Santa Corona, 25 Vicenza
Dal 7 ottobre all’11 dicembre 2016, in occasione del Cinquecentenario della morte di Bellini, la “Trasfigurazione di Cristo” è esposta alle Gallerie d’Italia - Palazzo Leoni Montanari.

Per Vicenza quello della Trasfigurazione rappresenta un grande ritorno: questo magnifico olio su tavola (115 cm x 154 cm) venne molto probabilmente commissionato al Bellini per essere collocato sull'altare della cappella Fioccardo del Duomo di Vicenza.
Nel 1613 la cappella venne diversamente destinata e l’opera belliniana rimossa. La si ritrova più avanti nella Collezione Farnese a Parma. Nel 1734 Carlo di Borbone eredita la collezione dalla madre Elisabetta Farnese e anche il Bellini viene portato a Napoli con il resto della prestigiosissima collezione, prima collocato a Palazzo Reale, poi nella reggia di Capodimonte.
Con l’avvento della Repubblica napoletana la Reggia nel 1799 viene saccheggiata e anche la Trasfigurazione, la cui qualità pittorica aveva colpito i generali francesi, viene prelevato e destinato oltralpe. Fortunosamente, nella tappa romana, riuscì il recupero dell’opera. Il tentativo francese di appropriarsene si ripete nel 1806, sventato da Ferdinando IV che salva il suo Bellini trasferendolo a Palermo.

Nel dipinto il Cristo trasfigurato, rivela la sua natura divina alla presenza di tre apostoli: egli indossa delle vesti bianche, che hanno il nitore, la trasparenza e la bellezza delle nuvole. Gesù è il centro di tutto il discorso compositivo. L'inquadratura è frontale: le mani aperte, secondo il gesto degli antichi oranti, classico ed insieme cristiano, autorevole e soave.
I Profeti "conversano" con lui della sua imminente passione e morte. Sono posti ai lati di Cristo: a sinistra, Elia, ammantato di rosa; a destra, Mosè, vestito di ocra rosato e rosso con in mano un cartiglio.
Ma a colpire è anche l’ambientazione: un ampio paesaggio veneto e padano, dove sono riconoscibili il campanile della Basilica di Sant'Apollinare in Classe e la Tomba di Teodorico a Ravenna, e dove si vede una campagna solcata da sentieri, sullo fondo di colline e montagne che si perdono lontane all'orizzonte, sovrastate da cieli solcati da nuvole bianche e gonfie nel vento.

A Vicenza, la Trasfigurazione, trova naturale collocazione nell’itinerario “Giovanni Bellini a Vicenza” che la città dedica all’artista.
Ad accogliere questo “Ospite” che torna temporaneamente nella città berica, sono infatti altri due capolavori, non meno illustri, di Giovanni Bellini: in Santa Corona, sull’altare Garzadori, dove sin dall’origine è stato collocato, il celeberrimo "Battesimo di Cristo", la grande pala (misura 4 metri in altezza per 263 cm di base) dipinta a olio su tavola e datata tra il 1500 e il 1502, e, temporaneamente esposto in Palazzo Chiericati il "Cristo crocifisso in un cimitero ebraico".
Intorno alle tre opere di Bellini a Vicenza si costruirà dunque un imperdibile percorso, omaggio al grande protagonista del Rinascimento, vero unificatore in un unico linguaggio dei tanti dialetti artistici della penisola.

Didascalia copertina:
Giovanni Bellini,Trasfigurazione di Cristo, olio su tavola, 115x154 cm
Museo di Capodimonte, Napoli
Giovanni Bellini. Trasfigurazione di Cristo

I Video di OK ARTE, le note d'arte del critico Raimondo Raimondi

Raimondo Raimondi: Il premio OK ARTE Raimondo Raimondi: Il premio OK ARTE
Video - Deborah Valenti: Ritratto di una Lei - nota del critico Raimondi Raimond... Video - Deborah Valenti: Ritratto di una Lei - nota del critico Raimondi Raimond...
Cosa è l'arte - n.2 - note d'arte del critico Raimondi Raimondi Cosa è l'arte - n.2 - note d'arte del critico Raimondi Raimondi
Video -Salvatore Accolla - nota del critico Raimondi Raimondi Video -Salvatore Accolla - nota del critico Raimondi Raimondi
Quando l’uomo scoprì di avere un’anima Quando l’uomo scoprì di avere un’anima
Consagra, vivere da falco sulle cime di un orgoglio da povero Consagra, vivere da falco sulle cime di un orgoglio da povero
Gaudenzio Ferrari in una mostra diffusa nei luoghi della sua attività Gaudenzio Ferrari in una mostra diffusa nei luoghi della sua attività
Scopriamo gli archetipi classici di Picasso Scopriamo gli archetipi classici di Picasso
La strana avventura di Rimbaud, alias Rambo, a Milano La strana avventura di Rimbaud, alias Rambo, a Milano
San Carlo al Lazzaretto: tra recenti restauri e antiche memorie San Carlo al Lazzaretto: tra recenti restauri e antiche memorie
A Milano una fitta agenda di appuntamenti per il Fuorisalone A Milano una fitta agenda di appuntamenti per il Fuorisalone
Gillo Dorfles e l’esperienza americana Gillo Dorfles e l’esperienza americana
Camillo Boccaccino a Brera e gli amori sacri e profani Camillo Boccaccino a Brera e gli amori sacri e profani
La primavera alla Rocca Sforzesca e alla ex Filanda di Soncino: eventi culturali... La primavera alla Rocca Sforzesca e alla ex Filanda di Soncino: eventi culturali...
Le “Femmes Fatales” di Boldini risplendono alla Galleria d'Arte Moderna Le “Femmes Fatales” di Boldini risplendono alla Galleria d'Arte Moderna
Il ritorno a Milano di due capolavori della Scapigliatura Il ritorno a Milano di due capolavori della Scapigliatura

Articoli archiviati