htGilbert &  George. THE WORLD OF GILBERT & GEORGE & “CHERRY BLOSSOM No.6”.http://www.okarte.it
Chiusura 02/09/2017
Recensione di Vanessa Maggi
Alla Fondazione Museo Pino Pascali si è reso e si rende ancora omaggio sino al 2 settembre 2017 agli artisti Gilbert & George. In una mostra circoscritta ma compatta, nei contenuti e nelle immagini, si potranno visionare i video delle notorie opere della coppia, attiva sin dai ’70 sulla scena londinese e non solo. Nel film The world of Gilbert & George, presentato in Fondazione il 24 giugno, la denuncia si associa ad immagini volutamente “forti”, mentre nell'opera Cherry blossom n.6, qui presentata come parte di un ciclo di dodici realizzato da Gilbert&George nell’autunno del 1974, è una tra le prime opere con inserimento di griglia e colore, e costituisce una tappa importante nel percorso artistico dei due. Ne parla nell'articolo Vanessa Maggi.mostra da vedere.
Fondazione Pino Pascali | Museo Arte Contemporanea Via Parco del Lauro, 119 POLIGNANO A MARE, BA 70044 mappa
Inaugurazione 24/06/2017
Gilbert & George. THE WORLD OF GILBERT & GEORGE & “CHERRY BLOSSOM No.6”.
Recensione di Vanessa Maggi
Alla Fondazione Museo Pino Pascali si è reso omaggio agli artisti Gilbert & George. In una mostra circoscritta ma compatta, nei contenuti e nelle immagini, si potranno sino al 2 settembre 2017 visionare i video delle notorie opere della coppia, attiva sin dai ’70 sulla scena londinese e non solo. La vita dei sobborghi- l’East End-coi suoi quartieri depauperati, divorati dal degrado culturale ed economico, è esposta nelle scene con accentuato senso critico. Gli artisti si fanno promotori di un messaggio rivolto al pubblico più eterogeneo, esternando l’assunto “democratico” di art for all, sotteso ad una puntuale critica dei costumi sociali del proprio tempo, ma anche contrastante i perbenismi ufficiali, ironizzati con disincanto. Nel film The world of Gilbert & George, presentato in Fondazione il 24 giugno, la denuncia si associa ad immagini volutamente “forti”, in cui giovani ragazzi -spesso nudi- della zona, si raccontano e parallelamente sono causticamente “raccontati” dai due, che ne ironizzano le banali aspettative, o ne esaltano le drammatiche tensioni, e ne fanno al contempo vibrare la bellezza e la leggerezza. Mi sembrano ricorrenti ricordi alle lontane immagini caravaggesche di fanciulli in penombra, o di nature morte secentesche come memento mori. A momenti di “bellezza”, esibita nella detersione di cieli limpidi, dei rami di pesco, dei frutti e dei fiori, dei volti imberbi e dei volti saggi, come “grossolani” esempi del popolo del quartiere, si alternano le riprese metodiche sui caseggiati abbandonati, le sdrucite vernici e le vetrate sbilenche. Al leit motiv della ripetitività lessicale e visuale, e agli assunti perentori di I am an artist, si avvicendano le personali auto-sculturazioni danzanti, le melodie replicate, la celebrazione in toni ironico-dissacranti del United Kingdom. Semmai, la pellicola potrebbe forse non esser apprezzata dai più giovani cultori del web e delle perfezioni tecnico- virtuali dei nostri tempi, pertanto va contestualizzata al periodo fine ’70 inizi ’80, in cui certamente si può parlare di primi approdi in ambito tecnologico. In questa occasione sino al 2 settembre quindi, si potrà comprendere negli apparati didattici, i momenti salienti della carriera dei due, con la visione tra gli altri esempi, di Singing sculpture, performance del corpo come “scultura vivente”, peraltro ricorrente come idea anche nel film, sotto forme diverse, la cui radice stava proprio nel travestimento, che i due adottano in senso opposto alla cultura beat, volutamente in completo signorile da sempre-premiati di recente per gli abiti più belli- . E la mediazione di qualcosa d’altro, diverso dalla realtà, attraverso il sé corporeo mascherato e canzonato, si intervalla nel film alla cruda realtà.
L’opera Cherry blossom n.6, qui presentata come una tra le prime opere con inserimento di griglia e colore, è parte di un ciclo di dodici, realizzato da Gilbert&George nell’autunno del 1974 e costituisce una tappa importante nel percorso artistico dei due.


Fondazione Pino Pascali | Museo Arte Contemporanea
Via Parco del Lauro, 119
POLIGNANO A MARE, BA 70044
http://www.museopinopascali.it/
http://www.museopinopascali.it/le-mostre/
http://www.museopinopascali.it/?s=gilbert+e+george
http://www.museopinopascali.it/2017/06/13/gilbertgeorge-alla-fondazione-pino-pascali/

Vanessa Maggi
mailto: vanessamaggi.okarte@gmail.com
 
Gilbert &  George. THE WORLD OF GILBERT & GEORGE & “CHERRY BLOSSOM No.6”.Partecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 

I Video di OK ARTE, le note d'arte del critico Raimondo Raimondi

Raimondo Raimondi: Il premio OK ARTE Raimondo Raimondi: Il premio OK ARTE
Video - Deborah Valenti: Ritratto di una Lei - nota del critico Raimondi Raimond... Video - Deborah Valenti: Ritratto di una Lei - nota del critico Raimondi Raimond...
Cosa è l'arte - n.2 - note d'arte del critico Raimondi Raimondi Cosa è l'arte - n.2 - note d'arte del critico Raimondi Raimondi
Video -Salvatore Accolla - nota del critico Raimondi Raimondi Video -Salvatore Accolla - nota del critico Raimondi Raimondi
Salvatore Gregorietti, da Linus alla Coppa del nonno Salvatore Gregorietti, da Linus alla Coppa del nonno
Piranesi, incisore e affarista Piranesi, incisore e affarista
I video di OK ARTE I video di OK ARTE
Lorenzo Chinnici. Il Tempo Sospeso  Lorenzo Chinnici. Il Tempo Sospeso
Artisti Costruttori di Pace, la pemiazione Artisti Costruttori di Pace, la pemiazione
 Steve McCurry e la bellezza dell'anima Steve McCurry e la bellezza dell'anima
Palazzo Ducale di Gubbio: imperdibile patrimonio artistico e storico Palazzo Ducale di Gubbio: imperdibile patrimonio artistico e storico
Il fascino senza tempo dei Giardini della Guastalla Il fascino senza tempo dei Giardini della Guastalla
La Biennale di Venezia: appuntamento imperdibile La Biennale di Venezia: appuntamento imperdibile
Collaborazioni OK ARTE Collaborazioni OK ARTE
 Caravaggio “visto da dentro” dal 29 settembre a Palazzo Reale Caravaggio “visto da dentro” dal 29 settembre a Palazzo Reale
"La cattiveria del silenzio" di Raimondo Raimondi - Artisti Costruttori di Pace