Innovative Trends in 1950s and ’60s Milan. Rodolfo Aricò, Dadamaino, Mario Nigrohttp://www.okarte.it
Chiusura 10/12/2017
A arte Invernizzi will present at Art Basel Miami Beach 2017 an exhibition project entitled Innovative Trends in 1950s and '60s Milan. This project, curated by Luca Massimo Barbero, is proposing an exhibition concept on Italian art from the 1950s and 1960s: a show entirely devoted to the alternative and innovative forms of painting and interpretation of the surface in the artistic context of Milan, in that segment of time was really at the core of international creativity, and a seminal “workshop” for new artistic tendencies.
Miami Beach Convention Center - 1901 Convention Center Drive, Miami Beach, FL 33139 mappa
Inaugurazione 07/12/2017
Leggi tutto: Innovative Trends in 1950s and ’60s Milan. Rodolfo Aricò, Dadamaino, Mario Nigro

Intervista per la BBC  “DIALOGUES IN PARADISE” con Giorgio Bevignani e Kazumi Murose al MOA - Museum of Art di Atami in Giappone il 20 novembre 2017http://www.okarte.it
Chiusura 20/11/2017
20 novembre 2017
Moa Museum of Art - MOA美術館
Atami - JAPAN
26-2 Momoyama-cho, Atami, Shizuoka 413-8511 mappa
Inaugurazione 20/11/2017
Leggi tutto: Intervista per la BBC “DIALOGUES IN PARADISE” con Giorgio Bevignani e Kazumi Murose al MOA -...

htda Dialettica delle Tendenze a Verifica 8+1 i Protagonistitp://www.okarte.it
Chiusura < class="value" title="06/04/2017">06/04/2017
Dal prossimo 2 febbraio 2017 fino al 6 aprile, presso la Galleria TAG TheArtGallery di Lugano sarà ospitata una mostra unica e di fondamentale importanza per raccontare la storia dell’arte cinetica e programmata europea, che ha avuto il proprio apice cronologico ed artistico nel gruppo di Dialettica delle Tendenze e il naturale proseguimento in Verifica 8+1.<br />La mostra, curata dai critici e storici d’arte Dorian Cara e Willy Montini, con la preziosa collaborazione di Nicoletta Pavan, racconta attraverso l’esposizione di più di 30 opere uniche, e che per la prima volta saranno esposte fuori dall’Italia, la storia di quegli artisti che si riunirono per ricercare e approfondire le personali riflessioni nate intorno agli stimoli dettati dall’arte cinetica e programmata, diffusasi in Europa, a partire dalla metà degli anni ’50.<br />Dal 1965, grazie ai contributi teorici e al sostegno intellettuale dei critici Domenico Cara e Toni Toniato, sulla spinta delle fascinazioni dell’arte cinetica e programmata europea, un gruppo di artisti veneziani: Sara Campesan, Franco Costalonga, Guido Baldessari, Oddino Guarnieri, Marilla Battilana, Sergio Bigolin, Danilo Dordit, Jacques Engel, Marino e Romano Perusini, hanno segnato un momento importante ed unico per la storia dell’arte contemporanea, reinterpretando il concetto di avanguardia e consegnandoci oggetti d’arte unici, per elaborazione e significati.<br />Alcuni di quegli stessi intenti artistici torneranno, con rinnovato spirito critico e genio creativo in Verifica 8+1, gruppo composto dagli storici Sara Campesan e Franco Costalonga, insieme alle nuove energie di Nadia Costantini, Nino Ovan, Aldo Boschin, Maria Teresa Onofri, Mariapia Fanna Roncoroni, Rolando Strati, con il coordinamento di Sofia Gobbo. Verifica 8+1, operando dal 1978 al 2008, si è avvalso di uno spazio sperimentale per le arti totalmente autogestito, divenendo luogo d’incontro e di dialogo tra artisti provenienti da ogni dove, impegnati nella ricerca di nuovi linguaggi.<br />La mostra sarà accompagnata da un esaustivo catalogo, primo importante documento mai realizzato prima sui due gruppi artistici, con i contributi desunti dalle ricerche storiografiche e critiche di Dorian Cara e Nicoletta Pavan, con la presentazione di Willy Montini e una descrizione delle opere esposte di Gabriele Romeo.<br />In mostra saranno presenti opere di: Guido Baldessari, Aldo Boschin, Sara Campesan, Franco Costalonga, Nadia Costantini, Nino Ovan, Oddino Guarnieri. Una sezione dell’esposizione sarà dedicata ad altri importanti artisti coevi dei due gruppi che hanno segnato quel tempo: Alberto Biasi, Agostino Bonalumi, Enrico Castellani, Gianni Colombo, Edoardo Landi, Hugo Demarco, Bruno Munari, Francisco Sobrino.<br />L’esposizione, nata con l’intento di porre a confronto linguaggi ed esiti delle due esperienze di ricerca, permette finalmente di ricostruire una storia forse poco conosciuta quanto affascinante, meravigliando per qualità, originalità e varietà delle opere presentate, in uno spaccato cronologico della cultura artistica di più di 50 anni.">Dal prossimo 2 febbraio 2017 fino al 6 aprile, presso la Galleria TAG TheArtGallery di Lugano sarà ospitata una mostra unica e di fondamentale importanza per raccontare la storia dell’arte cinetica e programmata europea, che ha avuto il proprio apice cronologico ed artistico nel gruppo di Dialettica delle Tendenze e il naturale proseguimento in Verifica 8+1.
La mostra, curata dai critici e storici d’arte Dorian Cara e Willy Montini, con la preziosa collaborazione di Nicoletta Pavan, racconta attraverso l’esposizione di più di 30 opere uniche, e che per la prima volta saranno esposte fuori dall’Italia, la storia di quegli artisti che si riunirono per ricercare e approfondire le personali riflessioni nate intorno agli stimoli dettati dall’arte cinetica e programmata, diffusasi in Europa, a partire dalla metà degli anni ’50.

Via Carlo Frasca 3 Lugano (Svizzera) mappa
Inaugurazione 02/02/2017
Leggi tutto: da Dialettica delle Tendenze a Verifica 8+1 i Protagonisti

htLate Antique and Byzantine Art-Spätantike und Byzantinische Kunsttp://www.okarte.it
Chiusura <class="value" title="28/02/2017">28/02/2017
di Vanessa Maggi
< class="value" title="Una mostra onnivora, davvero onnicomprensiva, si è inaugurata da tempo in Berlino nelle sedi del Bode, e rimarrà aperta per i ritardatari forse a tempo indeterminato, ma non si hanno notizie certe. Per questo suggerisco di affrettarsi, perché per ora il noto museo per l’antichità, non predispone di una data di chiusura in un breve arco di tempo, ma non si sa mai! Si può ammirare un vastissimo spettro d’influenza di un mondo e di un’era, in cui il potere da Oriente a Occidente, si espandeva e colonizzava ogni aspetto del sapere, della cultura e della rappresentazione figurativa, ma non solo. Affrettatevi! e perdonate la data finale bislacca soltanto per farvi conoscere questa chicca senza tempo! Saluti dal web da Vanessa Maggi">Una mostra onnivora, davvero onnicomprensiva, si è inaugurata da tempo in Berlino nelle sedi del Bode, e rimarrà aperta per i ritardatari forse a tempo indeterminato, ma non si hanno notizie certe. Per questo suggerisco di affrettarsi, perché per ora il noto museo per l’antichità, non predispone di una data di chiusura in un breve arco di tempo, ma non si sa mai! Si può ammirare un vastissimo spettro d’influenza di un mondo e di un’era, in cui il potere da Oriente a Occidente, si espandeva e colonizzava ogni aspetto del sapere, della cultura e della rappresentazione figurativa, ma non solo. Affrettatevi! e perdonate la data finale bislacca soltanto per farvi conoscere questa chicca senza tempo! Saluti dal web da Vanessa Maggi
Bode Museum Am Kupfergraben 10178 Berlin mappa
Inaugurazione 01/01/2000
Leggi tutto: Late Antique and Byzantine Art-Spätantike und Byzantinische Kunst

htSurreal Objectivity. Works from the 1920s and 1930s from the Nationalgalerie. tp://www.okarte.it
Chiusura <abbrclass="value" title="23/04/2017">23/04/2017
< class="value" title="Dalla Collezione Scharf-Gerstenberg della Galleria Nazionale di Berlino, i capolavori della Nuova Oggettività sono esposti a confronto con le opere dei grandi esponenti del Surrealismo, in una mostra che inquadra l’aderenza dei due processi, piuttosto che la loro declamata diversità, in una dialettica che si esplicita, quasi nella medesima dichiarazione d’intenti. Mostra di grande interesse. Ce ne parla Vanessa Maggi">Dalla Collezione Scharf-Gerstenberg della Galleria Nazionale di Berlino, i capolavori della Nuova Oggettività sono esposti a confronto con le opere dei grandi esponenti del Surrealismo, in una mostra che inquadra l’aderenza dei due processi, piuttosto che la loro declamata diversità, in una dialettica che si esplicita, quasi nella medesima dichiarazione d’intenti. Mostra di grande interesse. Ce ne parla Vanessa Maggi
Musei Statali Berlino, Schloßstraße il 70 14059 Berlino. mappa
Inaugurazione 13/10/2016
Leggi tutto: Surreal Objectivity. Works from the 1920s and 1930s from the Nationalgalerie.

I Video di OK ARTE, le note d'arte del critico Raimondo Raimondi

Raimondo Raimondi: Il premio OK ARTE Raimondo Raimondi: Il premio OK ARTE
Video - Deborah Valenti: Ritratto di una Lei - nota del critico Raimondi Raimond... Video - Deborah Valenti: Ritratto di una Lei - nota del critico Raimondi Raimond...
Cosa è l'arte - n.2 - note d'arte del critico Raimondi Raimondi Cosa è l'arte - n.2 - note d'arte del critico Raimondi Raimondi
Video -Salvatore Accolla - nota del critico Raimondi Raimondi Video -Salvatore Accolla - nota del critico Raimondi Raimondi
Caravaggio misterioso. Due studiosi d’arte indagano sul mistero dell’angelo perd... Caravaggio misterioso. Due studiosi d’arte indagano sul mistero dell’angelo perd...
Bottega Brera, il primo museum shop d’Italia Bottega Brera, il primo museum shop d’Italia
I luoghi del cuore FAI I luoghi del cuore FAI
Al Museo Poldi Pezzoli di Milano: l'Arte merita di più Al Museo Poldi Pezzoli di Milano: l'Arte merita di più
 Giulio Coltellacci e Incantesimi. I due ultimi volumi editi dagli Amici della S... Giulio Coltellacci e Incantesimi. I due ultimi volumi editi dagli Amici della S...
Le fotografie di Aiazzi e Majno al Museo del Paesaggio Le fotografie di Aiazzi e Majno al Museo del Paesaggio
Villa Bernasconi, un museo sul lago di Como Villa Bernasconi, un museo sul lago di Como
I vincitori del premio Artisti Costruttori di Pace 2017 I vincitori del premio Artisti Costruttori di Pace 2017
Salvatore Gregorietti, da Linus alla Coppa del nonno Salvatore Gregorietti, da Linus alla Coppa del nonno
Piranesi, incisore e affarista Piranesi, incisore e affarista
I video di OK ARTE I video di OK ARTE
Lorenzo Chinnici. Il Tempo Sospeso  Lorenzo Chinnici. Il Tempo Sospeso