Anima Donnahttp://www.okarte.it
Chiusura 06/12/2017
La Hernandez Art Gallery di via Copernico a Milano ospita dall’ 8 novembre al 6 dicembre. AnimaDonna, la più completa selezione di opere della collezione omonima firmata dall’artista madrileno
José Molina.
via Copernico, 8 - Milano mappa
Inaugurazione 07/11/2017
Milano, 17 ottobre 2017 – Tutto il multiforme universo del femminile, la sua potenza creatrice e distruttrice al contempo, costantemente in bilico tra terra e cielo. Un omaggio all’essenza del femmineo più che alla donna.
La Hernandez Art Gallery di via Copernico a Milano ospita dall’ 8 novembre al 6 dicembre
AnimaDonna, la più completa selezione di opere della collezione omonima firmata dall’artista madrileno
José Molina.
Una selezione accurata di disegni a matita grassa in cui spiccano alcuni olii e opere a tecnica mista
a impreziosire una galleria che racconta e al contempo omaggia, esalta e innalza le qualità del femminile,
dalla potenza vitale alla forza demiurgica genitrice, dalla cura materna all’abnegazione che,
talvolta, diventa sacrificio di sé.
In tutto sono una trentina le opere che saranno esposte al pubblico, scelte tra quelle realizzate dall’artista
e suddivise idealmente in 18 capitoli. Un lavoro monumentale, interdisciplinare di cui la
Hernandez Art Gallery esporrà un assaggio in un mese, novembre, che celebra la Giornata internazionale
contro la violenza sulle donne (sabato 25).
Pittore, scrittore, scultore e antropologo, i mille volti di José Molina. “AnimaDonna” - sintetizza
l’artista - nasce dall’esigenza di indagare il mondo femminile mettendolo in connessione con il periodo
storico che stiamo vivendo. E’ lo sguardo di chi vuole esplorare l’essenza delle qualità femminili
che esistono in ognuno di noi, uomini e donne”.
La mostra, che sarà inaugurata giovedì 7 novembre alle ore 19.00, comprende omaggi a donne importanti
della storia, sante e martiri ma non solo, che hanno dato il loro contributo alla storia frutto
di accurate ricerche dell’artista, ma anche a simboli della vita primigenia che anima la donna, con
opere monumentali come Lucy, immagine guida dell’esposizione (*).
E poi c’è tutto il tema della natura, mirabilmente espresso in forma e contenuto con tecnica mista
che mutua elementi rubati alla terra come legno, sassi, muschio, rami ed erba. Ma se il femminile è
impossibile da imprigionare, lo è anche l’opera, tanto che Molina gioca a graffiare, lavorare e plasmare
cornici potenti, in una ideale continuità creativa e materica.
“Di fronte al mondo femminile ci si ritrova inevitabilmente a contemplarne tutta la ricchezza –
spiega Molina - Per questo ho frammentato la capacità di espressione in molte tecniche e stili diversi:
olio, acquarello, matita, serigrafia, incisione, elementi scultorei che rappresentano al contempo il
forte legame tra donna e natura. Questo collegamento non è solo una suggestione, ma un invito
concreto a rispettare la terra, a ritrovare dentro di noi il femminile”.
Biografia essenziale dell’autore
Nato a Madrid nel 1965, José Molina dall’età di undici anni frequenta diverse scuole d’arte e in seguito,
parallelamente agli studi presso l’Università delle Belle Arti di Madrid, lavora nella pubblicità
fino all’età di trentacinque anni, quando decide di dedicarsi totalmente alla pittura. La prima mostra
è nel 2004 presso la Galleria Rubin di Milano; tra il 2005 e il 2010 tiene una personale al Museo
della Scienza e della Tecnologia e all’Acquario Civico di Milano a cura di Vittorio Sgarbi e
espone in altre sedi tra cui la Ca’ di Fra’, Mc2, Fondazione Stelline e Fondazione Mudima. Il 2013 è
per Molina un anno di grandi mostre personali e collettive, le sue opere sono infatti esposte a Milano
presso il Museo Poldi Pezzoli, lo Spazio Oberdan e la Triennale. Nel 2014 a Roma alla Real
Academia de España ha luogo la sua prima antologica, nel 2015 presenta “Humanitas” il volume
che raccoglie la produzione dell’artista dal 2002 e nel 2016 espone con una personale presso il Museo
del Mare di Genova e alla Galleria Deodato Arte di Milano.
Attualmente vive e lavora a Gravedona, sul lago di Como.
 
Anima DonnaPartecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 

I Video di OK ARTE, le note d'arte del critico Raimondo Raimondi

Raimondo Raimondi: Il premio OK ARTE Raimondo Raimondi: Il premio OK ARTE
Video - Deborah Valenti: Ritratto di una Lei - nota del critico Raimondi Raimond... Video - Deborah Valenti: Ritratto di una Lei - nota del critico Raimondi Raimond...
Cosa è l'arte - n.2 - note d'arte del critico Raimondi Raimondi Cosa è l'arte - n.2 - note d'arte del critico Raimondi Raimondi
Video -Salvatore Accolla - nota del critico Raimondi Raimondi Video -Salvatore Accolla - nota del critico Raimondi Raimondi
Salvatore Gregorietti, da Linus alla Coppa del nonno Salvatore Gregorietti, da Linus alla Coppa del nonno
Piranesi, incisore e affarista Piranesi, incisore e affarista
I video di OK ARTE I video di OK ARTE
Lorenzo Chinnici. Il Tempo Sospeso  Lorenzo Chinnici. Il Tempo Sospeso
Artisti Costruttori di Pace, la pemiazione Artisti Costruttori di Pace, la pemiazione
 Steve McCurry e la bellezza dell'anima Steve McCurry e la bellezza dell'anima
Palazzo Ducale di Gubbio: imperdibile patrimonio artistico e storico Palazzo Ducale di Gubbio: imperdibile patrimonio artistico e storico
Il fascino senza tempo dei Giardini della Guastalla Il fascino senza tempo dei Giardini della Guastalla
La Biennale di Venezia: appuntamento imperdibile La Biennale di Venezia: appuntamento imperdibile
Collaborazioni OK ARTE Collaborazioni OK ARTE
 Caravaggio “visto da dentro” dal 29 settembre a Palazzo Reale Caravaggio “visto da dentro” dal 29 settembre a Palazzo Reale
"La cattiveria del silenzio" di Raimondo Raimondi - Artisti Costruttori di Pace