Caravaggio misterioso. Due studiosi d’arte indagano sul mistero dell’angelo perdutohttp://www.okarte.it
di Ugo Perugini
Paolo Jorio, che dal 2003 dirige il Museo del Tesoro di San Gennaro a Napoli, autore, regista, documentarista, e Rossella Vodret, ex sovraintendente e curatrice della grande mostra del Caravaggio a Milano, presentano un romanzo che si incentra sull’opera di Caravaggio “San Matteo e l’angelo”, innestando sulla storia piuttosto travagliata e misteriosa di quest’opera.
 
 
Paolo Jorio, che dal 2003 dirige il Museo del Tesoro di San Gennaro a Napoli, autore, regista, documentarista, e Rossella Vodret, ex sovraintendente e curatrice della grande mostra del Caravaggio a Milano, presentano un romanzo che si incentra sull’opera di Caravaggio “San Matteo e l’angelo”, innestando sulla storia piuttosto travagliata e misteriosa di quest’opera, la vicenda di tre personaggi, due donne e un uomo, che si incontrano alle Olimpiadi del 1936 a Berlino e si troveranno coinvolti in avventure, passioni e intrighi politici.

Non possiamo negarlo. Caravaggio, grandissimo artista e personaggio contraddittorio, violento, assassino, ha un fascino che non ha eguali. Un fascino che si trasmette anche alle sue opere, circondandole di un’aura di mistero, come se anche tutto ciò che questo pittore ha realizzato sia destinato ad una esistenza drammatica e oscura, con esiti sempre enigmatici o incomprensibili.

Questo vale anche per l’opera “San Matteo e l’angelo”, realizzata da Caravaggio nel 1599, conservata fino al 1940 nel Friedrich Museum di Berlino, poi spostata, insieme ad altri capolavori, in una flakturm, un’enorme torre di cemento che doveva resistere agli attacchi antiaerei, dove sarebbe andata perduta in un incendio che durò cinque giorni, durante la Seconda Guerra Mondiale.

In realtà, non si è così sicuri che l’opera sia stata realmente distrutta. Qualcuno pensa che possa essere stata trafugata e si trovi tuttora nei depositi del museo Pushkin di Mosca. Il dubbio è cresciuto soprattutto da quando nel 1993, fu resa pubblica l’esistenza del famoso Tesoro di Priamo, nascosto nei sotterranei dello stesso Museo. Il che diede adito a pensare che qui vi fossero anche altri capolavori nascosti, in particolare quelli trafugati dalle flakturm.

Dell’opera di Caravaggio esiste oggi solo una fotografia in bianco e nero. Da questa riproduzione, un artista finlandese contemporaneo ha realizzato una versione a colori, dopo aver studiato con attenzione tutte le gamme cromatiche utilizzate dal pittore: versione che è quella che appare sulla copertina del libro edito da Skira.

E pensare che questa opera pittorica fu rifiutata dal committente – Francesco Contarelli - perché non si prestava ad essere esposta come pala d’altare: il San Matteo, infatti, appariva come un rozzo popolano, con le gambe accavallate, le mani tozze che l’angelo cercava faticosamente di guidare nella scrittura.

Tornando al libro, i tre personaggi protagonisti sono calati nella storia reale che va dall’ascesa del nazismo, alla guerra, fino alla caduta del muro di Berlino. E il loro palcoscenico è l’Italia, la Francia, la Germania e l’Unione Sovietica. Il quadro di Caravaggio è il 'trait d’union' dei personaggi che si muovono in questi contesti – due di loro saranno anche uniti da una storia d’amore – ma più in generale è l’arte che li unisce, al di sopra delle diverse posizioni ideologiche.

Un romanzo avvincente, che appassiona non solo per le avventure che racconta ma anche per la capacità degli autori di ricostruire le atmosfere di un’epoca e che offre al lettore la possibilità di apprezzare il valore e il senso delle opere d’arte come bene comune da ammirare e conservare per comprendere il passato ma anche il nostro presente.

Paolo Jorio, Rossella Vodret, Il mistero dell’angelo perduto, Skira Editore, serie Storie Skira, 2017, 144 pagg., brossura, 16,00 euro
 
Caravaggio misterioso. Due studiosi d’arte indagano sul mistero dell’angelo perdutoPartecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 

I Video di OK ARTE, le note d'arte del critico Raimondo Raimondi

Raimondo Raimondi: Il premio OK ARTE Raimondo Raimondi: Il premio OK ARTE
Video - Deborah Valenti: Ritratto di una Lei - nota del critico Raimondi Raimond... Video - Deborah Valenti: Ritratto di una Lei - nota del critico Raimondi Raimond...
Cosa è l'arte - n.2 - note d'arte del critico Raimondi Raimondi Cosa è l'arte - n.2 - note d'arte del critico Raimondi Raimondi
Video -Salvatore Accolla - nota del critico Raimondi Raimondi Video -Salvatore Accolla - nota del critico Raimondi Raimondi
La strana avventura di Rimbaud, alias Rambo, a Milano La strana avventura di Rimbaud, alias Rambo, a Milano
San Carlo al Lazzaretto: tra recenti restauri e antiche memorie San Carlo al Lazzaretto: tra recenti restauri e antiche memorie
A Milano una fitta agenda di appuntamenti per il Fuorisalone A Milano una fitta agenda di appuntamenti per il Fuorisalone
Gillo Dorfles e l’esperienza americana Gillo Dorfles e l’esperienza americana
Camillo Boccaccino a Brera e gli amori sacri e profani Camillo Boccaccino a Brera e gli amori sacri e profani
La primavera alla Rocca Sforzesca e alla ex Filanda di Soncino: eventi culturali... La primavera alla Rocca Sforzesca e alla ex Filanda di Soncino: eventi culturali...
Le “Femmes Fatales” di Boldini risplendono alla Galleria d'Arte Moderna Le “Femmes Fatales” di Boldini risplendono alla Galleria d'Arte Moderna
Il ritorno a Milano di due capolavori della Scapigliatura Il ritorno a Milano di due capolavori della Scapigliatura
La Certosa Garegnano: lo “scrigno d'arte” che affascinò Petrarca La Certosa Garegnano: lo “scrigno d'arte” che affascinò Petrarca
Parole da “mangiare con gli occhi” Parole da “mangiare con gli occhi”
Musei Civici di Venezia: un 2018 ricco di eventi Musei Civici di Venezia: un 2018 ricco di eventi
Vacanze Romane Vacanze Romane

Articoli archiviati