di Francesca Bellola

bijouxSono molte le iniziative durante la settimana della moda. Un posto d'onore viene assegnato al bijou come arte da indossare ed esibire, simbolo di bellezza ed evoluzione del costume a partire dagli anni Cinquanta agli anni Duemila. A Palazzo Reale di Milano, nelle sale degli Arazzi, sono ospitati 300 pezzi unici nella mostra tutta al femminileL'arte del bijou italiano. Dalla Dolce Vita al Prêt-à-Porter, aperta fino al 2 marzo con ingresso gratuito.

Ogni accessorio, indispensabile ad arricchire un abito e a rendere charmant tutte le donne, viene celebrato in un contesto artistico. E di arte si tratta se consideriamo che queste superbe creazioni sono firmate da stilisti e designer di fama internazionale.

La storia del “bijou” italiano è iniziata nel 1951 quando venne inserito nella prima sfilata di Alta Moda italiana organizzata da Giovanni Battista Giorgini, collezionista e antiquario ma anche abile uomo d'affari, nella sua villa Torregiani a Firenze.

L'esposizione di Milano, curata da Alba Cappelllieri e Lino Raggio, presenta serie limitate e produzioni industriali in un viaggio alla scoperta della creatività italiana unita alla qualità artigianale ed alla innovazione tecnologica.

Il percorso espositivo si divide in due sezioni. La prima è dedicata alla Dolce Vita dei famosi anni Cinquanta e Sessanta e al pret-à-porter degli anni Ottanta con le creazioni dei più grandi stilisti. La tradizione classica viene integrata dalle nuove tendenze che osano sperimentare materiali diversi come la plastica o i cristalli. Troviamo l'ironia impertinente di Moschino, le ispirazioni elevate di Ferrè, l'eleganza di Valentino, il rigore di Armani, l'effetto cromatico di Missoni, l'estro di Versace e il futurismo di Krizia solo per citarne alcuni. La seconda sala è un omaggio agli accessori d'autore dei cinque principali creatori milanesi: Sharra Pagano, Ornella Bijoux, Bozart, Unger e Ottavio Re.

Il visitatore può rivivere, tra le forme classiche del passato e quelle contemporanee, l'eleganza del bijou nell'affascinante mondo della moda: un tripudio alla magnificenza del “made in Italy”.


I Video di OK ARTE, le note d'arte del critico Raimondo Raimondi

Raimondo Raimondi: Il premio OK ARTE Raimondo Raimondi: Il premio OK ARTE
Video - Deborah Valenti: Ritratto di una Lei - nota del critico Raimondi Raimond... Video - Deborah Valenti: Ritratto di una Lei - nota del critico Raimondi Raimond...
Cosa è l'arte - n.2 - note d'arte del critico Raimondi Raimondi Cosa è l'arte - n.2 - note d'arte del critico Raimondi Raimondi
Video -Salvatore Accolla - nota del critico Raimondi Raimondi Video -Salvatore Accolla - nota del critico Raimondi Raimondi
Caravaggio misterioso. Due studiosi d’arte indagano sul mistero dell’angelo perd... Caravaggio misterioso. Due studiosi d’arte indagano sul mistero dell’angelo perd...
Bottega Brera, il primo museum shop d’Italia Bottega Brera, il primo museum shop d’Italia
I luoghi del cuore FAI I luoghi del cuore FAI
Al Museo Poldi Pezzoli di Milano: l'Arte merita di più Al Museo Poldi Pezzoli di Milano: l'Arte merita di più
 Giulio Coltellacci e Incantesimi. I due ultimi volumi editi dagli Amici della S... Giulio Coltellacci e Incantesimi. I due ultimi volumi editi dagli Amici della S...
Le fotografie di Aiazzi e Majno al Museo del Paesaggio Le fotografie di Aiazzi e Majno al Museo del Paesaggio
Villa Bernasconi, un museo sul lago di Como Villa Bernasconi, un museo sul lago di Como
I vincitori del premio Artisti Costruttori di Pace 2017 I vincitori del premio Artisti Costruttori di Pace 2017
Salvatore Gregorietti, da Linus alla Coppa del nonno Salvatore Gregorietti, da Linus alla Coppa del nonno
Piranesi, incisore e affarista Piranesi, incisore e affarista
I video di OK ARTE I video di OK ARTE
Lorenzo Chinnici. Il Tempo Sospeso  Lorenzo Chinnici. Il Tempo Sospeso